FreeRice, sul web un gioco che si trasforma in cibo

Publisert 20 November 2007

20-11-07 - Una parola vale dieci chicchi di riso, 5 parole cinquanta. E' FreeRice, il gioco che sta spopolando su internet e che ha suscitato l'interesse di stampa e media in tutto il mondo.

Per giocare basta collegarsi a www.freerice.com, e testare le proprie conoscenze d’inglese. Sullo schermo appaiono una parola e quattro definizioni. Se si clicca sulla risposta corretta gli sponsor del gioco donano dieci chicchi di riso al Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (PAM).

Finora sono stati raccolti abbastanza chicchi di riso per sfamare 150.000 persone per un giorno. Un risultato sorprendente, considerando che al suo debutto, il 7 ottobre, i chicchi accumulati erano appena 830.

Una parte delle donazioni di FreeRice andrà ai birmani rifugiati in Bangladesh, dove si è abbattuto un terribile ciclone.

Il gioco dimostra come ognuno di noi può fare la differenza e dare il suo contributo per risolvere il problema della fame, che oggi fa più morti di Aids, tubercolosi e malaria considerate nelloro insieme.

FreeRice corre veloce nella rete: dai blog a Facebook, dove si contano già 100 gruppi FreeRice. Uno di essi sta crescendo al ritmo di 10-12 iscritti al minuto. I giocatori, oltre a cimentarsi nel test delle parole, hanno anche indetto una gara interna per chi ottiene il miglior risultato. Così i chicchi di riso donati aumentano, proprio come le persone che possono essere aiutate.

Hitwise UK, un servizio informazioni sui siti, ha dichiarato FreeRice il sito umanitario più popolare nella settimana dal 10 al 17 Novembre.

“Ogni chicco di riso è essenziale per combattere la fame nel mondo” ha dichiarato soddisfatta Josette Sheeran, Direttore Esecutivo del PAM. “FreeRice”, ha aggiunto, “è la dimostrazione di come il Web possa aiutare a raccogliere fondi per la principale emergenza mondiale”.